Discarica di Terzigno, si deciderà dopo le elezioni regionali

Dopo l’esito negativo della Conferenza dei Servizi, con molta probabilità, una decisione definitiva sul futuro della discarica sarà presa dopo le prossime elezioni regionali. Intanto continua la mobilitazione civica. Dopo la Conferenza dei Servizi dello scorso 30 dicembre, nella quale fu decisa la momentanea chiusura della Cava Vitiello, che, come affermato dai rappresentanti del comitato civico, è più grande della “bocca” del Vesuvio, tutti i comuni del Parco Nazionale, attendono nuove mosse da parte del governo. A quanto pare, però, una decisione definitiva sul futuro della discarica potrebbe essere presa dopo le prossime elezioni regionali che si terranno in primavera. Con il “no” della conferenza è saltato anche l’incontro previsto per l’11 gennaio, durante il quale si sarebbe discusso di alcuni elementi tecnici che riguardano la cava Vitiello. Da sottolineare ancora una volta che, durante la conferenza, è stato decisivo il voto negativo del commissario prefettizio di Terzigno, Luigi Armogida (rappresentato dal subcommissario prefettizio Gino Coppola), diventato ormai nuovo idolo dei cittadini, per aver cambiato parere nel momento fatidico della votazione. A motivare quel voto è stato il mancato rispetto dell’accordo di programma sui fondi di compensazione, per una somma di circa 14 milioni, destinati a Terzigno in quanto luogo che “ospita” (malvolentieri) la discarica. Il comitato civico, insieme ad alcuni rappresentanti politici, ha ringraziato personalmente il commissario Armogida, il quale, però, con la sua decisione, non ha soddisfatto le aspettative del governo, ed ora, pare, sia a rischio “ritorsione”. Intanto comitati civici e partiti politici non resteranno a guardare, attendendo passivamente una definitiva decisione, ma fanno sapere che la mobilitazione continuerà, per vincere nuove “battaglie” e, perché no, addirittura la “guerra”. Articolo di Raffaele Isernia, tratto da Il Mediano del 10 Gennaio 2010. Foto Rinascita Campania.

Lascia un commento