Month: ottobre 2010

Studio-Vesuvio, paura dall’onda termica

Tweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on Facebook
Una nube ardente da oltre trecento gradi centigradi, un’ondata di calore in grado di provocare in pochi secondi uno choc termico letale. Una «bomba» ad altissima temperatura che ha investito un’area dal raggio di venti chilometri. Lo scenario è quello del Vesuvio, anno 79 dopo Cristo. A riscrivere parzialmente la storia degli ultimi giorni di Pompei, Oplonti ed Ercolano è uno studio realizzato da due ricercatori dell’Osservatorio vesuviano (Giuseppe Mastrolorenzo e Lucia Pappalardo) e da un biologo e un antropologo della Federico II (Fabio Maria Guarino e Pierpaolo Petrone). Leggi articolo completo